Una Pasqua molto buona!

Che bella sorpresa!

Ringrazio la mitica Rita Tomà, per avermi inviato questa foto che mi ha reso piacevole pure stampare tutte le fatture del primo trimestre da consegnare al commercialista al volo, visto che siamo già quasi a metà Aprile…

Rita, grande amica mia e della Marocca di Casola, della quale è da sempre fornitrice ufficiale di farina di castagne accuratamente selezionata, in questi giorni di Pasqua si trova ad Orbetello (Grosseto) per godersi qualche giorno di vacanza e meritato riposo con Rino, suo marito. Ed essendo loro due persone di qualità, sono capitati alla tavola di uno dei Ristoranti toscani aderenti al progetto  di Slow Food “Alleanza Cuochi-Presidi”, progetto che prevede l’inserimento di un certo numero di Presidi Slow Food nel menù, Presidi dei quali la Marocca è storico rappresentante.

Il ristorante in questione è “L’Oste Dispensa” di Stefano Sorci.

Manco a dirlo grande amico mio e della Marocca di Casola…

Stefano è sempre stato un attivissimo “somministratore” di Marocca e, in occasione della Pasqua, mi ha fatto un ordine molto particolare (come si conviene agli chef  più creativi).

Da buon produttore ho cercato di esaudire i suoi desideri creando il particolarissimo formato di Marocca, con la speranza di aver ben interpretato la sua richiesta.

La spedizione è andata a buon fine ma ancora non mi ero preso la briga di telefonargli per sapere cosa ne pensasse ma, grazie alla foto di Rita, che è stata entusiasta di trovare un po’ della nostra Lunigiana durante la sua vacanza in laguna, posso dire che il risultato di questo esperimento è eccellente.

17916296_10210635355938246_761851464_o

 

E’ un piatto che Stefano presenterà per Pasqua e che Rita ha potuto assaporare in  anteprima.

Si tratta di hamburger di Marocca di Casola con polpetta di cefalo celeta affumicato; e con Mazzone scavecciato, serviti su letto di verdure fresche: due Presidi Slow Food della pesca di Orbetello .E Rita mi ha riferito che sono, cito testualmente “favolosissimi”. E che il pesce risalta sorprendentemente il gusto della castagna.

Ci credo!

Conosco Stefano e so con quanta passione e professionalità lavori,  conosco la Marocca di Casola, e so come si fa e quanto è buona. E conosco pure Rita, buongustaia e senz’altro testimone attendibile (magari un po’ di parte, da buona lunigianese doc).

Sono certo che sarà stata senz’altro felice di essere anche prima assaggiatrice di questo nuovo piatto…

Beata lei…

17916592_10210635355978247_1592556928_o

Questo è il crostino classico che Stefano propone: fetta di Marocca di Casola leggermente tostata, con cipolle e acciughe. Favoloso anche questo…

Be Sociable, Share!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *