Archivi tag: Casola in Lunigiana

Fabio Bertolucci e la Marocca di Casola presentano il convegno: “IL PUNTO E A CAPO”, domenica 25 ottobre 2015, Regnano di Casola in Lunigiana!

Fabio Bertolucci nel metato, con Nello Salvatori...
Fabio Bertolucci nel metato, con Nello Salvatori…

Domenica 25 ottobre 2015 alle ore 10:00 si terrà a Regnano di Casola in Lunigiana, presso la località Conca Verde, il convegno organizzato da Fabio Bertolucci, titolare de “Il Forno in Canoàra” e unico produttore della Marocca di Casola (il mitico pane di farina di castagne presidio Slow Food), il convegno dal titolo “IL PUNTO E A CAPO”.

  • L’iniziativa, che si svolgerà all’interno della festa “polenta di castagne e…” ha come scopo l’analisi della situazione attuale della castanicoltura lunigianese  all’indomani della lotta condotta al cinipide del castagno, con un concreto  sguardo al futuro sulla reale possibilità di riattivare la filiera del castagno, dalla raccolta del frutto alla trasformazione in farina.

Da qui il titolo “il punto e a capo”, scelto da Fabio Bertolucci, per riassumere con un piccolo gioco di parole, un grande progetto di recupero del paesaggio e del territorio legato alla raccolta del frutto.

Progetto che potrebbe sfociare in una reale e concreta prospettiva e opportunità economica, per tutta la zona.

Il convegno inizierà alle ore 10:00 – interverranno:

  • Riccardo Ballerini, Sindaco di Casola in Lunigiana  e Presidente dell’Unione dei Comuni della Lunigiana.
  • Ivo Poli, Presidente  della Associazione Nazionale Città del Castagno, che  farà “il punto” della situazione del castagno su tutto il territorio nazionale in questi anni di dura battaglia al Cinipide del Castagno.
  • Barbara Maffei, Presidente  del Consorzio Farina di castagne Dop della Lunigiana e titolare dell’Agriturismo Montagna Verde di Apella, premiato tra i migliori 5 Agriturismi d’Italia.
  • Nino Folegnani, Presidente del Consorzio  Gal Lunigiana, che presenterà le nuove misure di finanziamento previste dal nuovo PSR (piano di sviluppo rurale) e le opportunità  per la silvicultura e agricoltura.
  • Luana Biondi, responsabile,  per il progetto  “qualità del territorio” della Provincia di Massa-Carrara,  del sotto progetto “filiera del frumento e della castagna”.

Sarà il momento centrale della mattinata, in cui si procederà ad un vero e proprio censimento dei castanicoltori  attivi e potenziali, così come dei metati attivi e recuperabili. Sarà l’occasione per capire quanta energia esista sul territorio lunigianese e per  ragionare concretamente sulla possibilità di generare redditività legata alla fase della raccolta della castagna.

Spazio quindi al dibattito ed alla raccolta di informazioni, nella prospettiva di un secondo incontro, in Primavera.

  • Chiuderà il convegno, il noto coach e formatore motivazionale Giancarlo Fornei, esperto di comunicazione e responsabile del progetto comunicazione del Forno in Canoàra e della Marocca di Casola.

castagne

A fine lavori, a partire dalle ore 12:30,  e durante la giornata si svolgerà la Festa POLENTA DI CASTAGNE E… organizzata dalla “Compagnia del Guiterno” con piatti della tradizione  e prelibatezze tipiche servite nella splendido contesto della Conca Verde, immerso nei castagneti.

  • Nel pomeriggio si svolgerà una passeggiata   alla scoperta di Regnano e del mondo del castagno, organizzata da Legambiente Lunigiana. Con partenza alle ore 14:00  attraversando il castagneto di Poccà, i partecipanti potranno  visitare il metato (l’essiccatoio) acceso ed in piena attività, l’azienda agricola “Bertolucci Francesca”, il Forno in Canoàra, dove si produce la Marocca di Casola, per poi  assistere, rientrando,  alla  celebrazione del rito della “pistatura” (battitura) delle castagne sul ceppo.iuh

All’interno della manifestazione sarà allestita la mostra fotografica “Regnano e la sua gente”.

Per informazioni su come partecipare:

Regnano: prima e dopo (il paese di Fabio Bertolucci, il produttore della Marocca di Casola)…

  • Una bella immagine di Regnano, il mio paese, visto dai terreni dove sta crescendo il grano che diventerà la farina del Forno in Canoàra.
 
  • Ed una di qualche anno fa… (una cartolina degli anni ’60).

Regnano è uno splendido paese di campagna. Io gli devo molto. Se ho scelto di rimanere qui, nella natura e nella semplicità, è perché qui c’è tutto me stesso.

Fabio Bertolucci

Un pezzo di storia della Marocca di Casola: Simona Balboni!

SimonaChe ex socia!!!

Sto parlando di Simona Balboni,  la donna della Marocca di Casola.

  • Io e lei abbiamo condiviso un pezzo di strada insieme quando, 10 anni fa, ho rilevato la piccola società che produceva la Marocca di Casola, di cui lei faceva parte.

Allora io avevo i miei folli 23 anni e lei circa i suoi folli 40 (non me ne voglia per aver rivelato dati sensibili per una signora).

  • Di notte, in quel piccolo panificio di Casciana (la frazione del Comune dove è iniziata la mia avventura), lei impastava ed io scaldavo il forno a legna e intanto  si chiacchierava di tutto e di più facendo volare il tempo.

simona 2Ed ora eccoci nella sala consiliare del Comune di Casola in Lunigiana, per partecipare alla riunione della Pro Loco di cui siamo entrambi membri.

Io che in questi anni ho dovuto lasciare spazio a tanta razionalità, ho approfittato dei minuti di attesa tipici degli inizi di riunione per scattare una foto con Simona e rinfrescare dentro me quella solarità che ci univa allora, e di cui lei è fonte inesauribile.

Grazie Simona.

Fabio Bertolucci

Ps: le foto non sono delle migliori, ma all’epoca la qualità dei telefonini era quella che era…

 

Nasce il nuovo blog della Marocca di Casola (il famoso pane a base di farina di castagne)…

Fabio Bertolucci
Fabio Bertolucci nel suo forno mentre lavora all’impasto della Marocca di Casola…

Buon pomeriggio, sono Fabio Bertolucci, il titolare de “Il Forno in Canoara”, che produce la famosa Marocca di Casola.

  • Questo è il nuovo blog dedicato alla Marocca.
  • Quello ufficiale.

Come puoi notare il blog è ancora vuoto, questo è il mio primo post,

Ti chiedo di avere pazienza e di tornare sul blog tra pochi giorni, perché vi troverai già dei contenuti interessanti.

Fabio