Archivi tag: WeVeg

Biscotti alle castagne

DSC08583Ingredienti per 4 persone:

  • 50 g di castagne bollite
  • 100 g di farina di castagne
  • 50 g di farina tipo 0
  • 30 g di fecola di patate
  • 60 g di zucchero integrale di canna
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 50 g d’olio di semi di riso (o mais, o girasole)
  • 50 ml di acqua
  • 1 pizzico di sale integrale

In una terrina unite la farina 0, la fecola e la farina di castagne ben setacciate, mescolate con un cucchiaio di legno, quindi, aggiungete il lievito, il sale, lo zucchero, l’olio e l’acqua.

Amalgamate gli ingredienti con una frusta a mano (o elettrica) per ottenere un composto denso, un po’ appiccicoso (ma lavorabile con le mani).

Prelevate, con le mani inumidite, un po’ d’impasto, formate delle palline e disponetele su una teglia rivestita di carta da forno.

Cercate di formare delle palline di dimensioni simili per agevolare la cottura dei biscotti.

Disponete sulle palline qualche pezzo di castagna bollita e premete un pochino per appiattirle.

Cuocete in forno già caldo a 180°C per circa 20 minuti.

Fonte: WeVeg, novembre 2015

Le castagne: l’energetico naturale per affrontare l’autunno in piena salute

CastagneFrutto tipico del periodo autunnale, la sua raccolta comincia a partire dalla fine del mese di settembre e ci accompagna per l’intera stagione.

La si trova, prevalentemente, nelle zone montane e per secoli ha rappresentato la principale fonte alimentare per la gente del luogo.

Non è difficile intuire quanta energia e nutrienti possono apportare questi preziosi frutti ricoperti da un riccio.

Le castagne forniscono betacarotene, vitamine B, C, E, potassio, calcio, magnesio e ferro.

Povere di grassi, sono invece molto ricche di amidi, in particolare di amidi resistenti che non subiscono l’azione degli enzimi intestinali e che arrivano intatti nel colon, migliorando la salute dell’apparato digerente.

  • Sono altamente digeribili, abbondano di fibre alimentari, completamente prive di glutine e hanno un valore nutritivo simile a quello dei cereali.

Solitamente consumate arrostite o bollite, le castagne sono, in realtà, molto versatili e si possono usare come ingrediente per tanti piatti, dall’antipasto al dolce.

Arrostite al forno o direttamente sul fuoco danno il loro meglio, prima di cuocerle ricordate di praticare una piccola incisione sul guscio, per evitare che scoppino.

Al momento dell’acquisto verificate che la buccia aderisca alla polpa, se sembra staccata significa che il frutto si è seccato.

Le castagne devono, inoltre, essere lucide, pesanti e senza fori; si conservano in luogo fresco e asciutto o in frigorifero solo per pochi giorni, dopo una settimana cominciano a pfarina_di_castagneerdere il loro sapore.

Dalle castagne si ricava una farina priva di glutine.

Come si riconoscono le castagne più sane? Gettatele in una bacinella d’acqua, i frutti marci o attaccati dai vermi resteranno in superficie, eliminateli e gustatevi solo quelli rimasti sul fondo.

Fonte: WeVeg, novembre 2015

Potage di castagne…

Ingredienti (per 4 persone):

  • 1 kg di castagne
  • 1 l di brodo vegetale
  • 2 scalogni
  • olio extra vergine
  • pepe nero
  • sale integrale

Preparazione:

  • Incidete le castagne con un coltellino e poi fatele lessare in una pentola a pressione con abbondante acqua per 15 minuti. Quando le castagne sono pronte ma ancora calde, sbucciatele aiutandovi con dei guanti monouso e un coltellino togliendole dal loro liquido di cottura una alla volta.
  • Terminato questo procedimento, mettete gli scalogni spellati e tagliati a rondelle fini in una pentola capiente e fateli soffriggere con un po’ di olio. Aggiungete le castagne, salate, mescolate con un cucchiaio di legno e fate insaporire. Unite il brodo vegetale e fate cuocere per 20 minuti. Aggiungete qualche mestolo di acqua nel caso in cui il brodo si asciughi troppo e prolungate di qualche minuto la cottura.
  • Trascorso il tempo necessario, le castagne si saranno ammorbidite, frullatele con un frullatore ad immersione per qualche minuto fino ad ottenere una crema densa. Se preferite, potete passare il potage in un colino a maglie fini, per ottenere una crema liscia e omogenea.
  • Servite il potage di castagne dopo averlo ben pepato. Potete aromatizzare aggiungendo rosmarino fresco durante la cottura o altre erbe fresche a vostro gusto.

Fonte: WeVeg, n°10 – novembre 2015

Paté di castagne…

crema-di-castagneIngredienti per 4 persone:

  • 120 g di castagne bollite
  • ½ kg di funghi champignon puliti
  • 1 cipolla
  • 2 pomodori secchi sott’olio
  • olio e.v.o.
  • sale integrale
  • aromi a scelta (timo, rosmarino, mirto…..)

In una pentola capiente fate appassire la cipolla spellata e affettata con 2 cucchiai di olio e 1 pizzico di sale; aggiungete gli champignon sciacquati e tagliati a fette sottili, mescolate con un cucchiaio di legno e dopo averli fatti insaporire qualche minuto, aggiungete 2 mestoli di acqua e cuoceteli per 15 minuti.

Nel boccale del robot da cucina versate i funghi tiepidi, le castagne, i pomodori ben sgocciolati e del rosmarino tritato finemente.

Frullate alla massima potenza per ottenere un composto liscio e omogeneo.

Mettete il paté in una ciotolina e servitelo con dei crostini di pane.

Fonte: WeVeg, novembre 2015